2S
I mille movimenti meridionalisti

Sull’articolo di Pagano

Nota redazionale
sabato 20 novembre 2010
L’articolo di Antonio Pagano pubblicato qualche giorno fa (I mille movimenti meridionalisti) ha suscitato diversi malumori ed alcuni commenti non positivi, si è fatta notare un’apparente volontà distruttiva che sembra caratterizzare i suoi scritti e attività recenti, si fa riferimento al tentativo di affossare la Nazionale di Calcio del Regno delle Due Sicilie, della quale era peraltro presidente e co-fondatore, e le critiche ai neoborbonici ed al Parlamento del Sud (nell’articolo) che, anche se non del tutti incondivisibili, non sembrano proporre alternative credibili. Anche l’annunciata chiusura (almeno temporanea, apparentemente, ma non è nota un’eventuale data per la ripresa delle pubblicazioni) della rivista Due Sicilie sembra dovuta a volontà distruttiva piuttosto che ad evidenti difficoltà (che pure ci sono, ma elementi di isolamento e astio non sembrano estranei alla cosa). A tale proposito vedi il comunicato dell?ex Direttore Responsabile Lorenzo Terzi di seguito.
È facile salire in cattedra e fare il censore, senza dare delle risposte. Ma forse lo scopo è un altro, non capiamo perché quando si raggiunge un minimo obiettivo, e questo vale per qualsiasi attività meridionalista, si deve poi fare del tutto affinché si butti tutto all’aria... Inoltre, ognuno di noi deve prendersi gli onori ma anche gli oneri.
Che dire? La cosa ovviamente dispiace anche se non ci resta che prenderne desolatamente atto.

Comunicazione del Dott. Lorenzo Terzi, ex Direttore Responsabile della rivista ?Due Sicilie?.

Cari amici,
ho letto su Facebook un pezzo di Antonio Pagano, comparso sull’ultimo numero di "Due Sicilie", in cui l’autore spara a zero sui movimenti meridionalisti in genere e sui Neoborbonici in particolare (ti pareva!).
Mi è stato riferito che, nella gerenza della rivista, appare ancora il mio nome con accanto la qualifica di "direttore responsabile". Sono venuto a conoscenza di ciò indirettamente, perché il suddetto Pagano non si degna piú di mandarmi una sola copia della rivista.
Ora, desidero voi sappiate - a scanso di equivoci - che la mia breve esperienza di direttore di "Due Sicilie" si è conclusa lo scorso settembre con le mie dimissioni.
Pertanto non sono in alcun modo responsabile di quanto Pagano ha scritto nel suo articolo, né, ovviamente, approvo i contenuti dello stesso; peraltro essi non sono stati mai da me vagliati prima della pubblicazione.
Grazie dell’attenzione, e scusate il disturbo.
Lorenzo Terzi


Home | Contatti | Mappa del sito | | Statistiche del sito | Visitatori : 621 / 519811

Monitorare l’attività del sito it  Monitorare l’attività del sito Attualità  Monitorare l’attività del sito Italia  Monitorare l’attività del sito Due Sicilie   ?    |    titre sites syndiques OPML   ?

Sito realizzato con SPIP 3.0.17 + AHUNTSIC

Creative Commons License